Donazione di midollo osseo.

Perché donare il Midollo Osseo?
Alcune gravi malattie come la LEUCEMIA o l’ANEMIA APLASTICA,possono essere guarite con il trapianto di midollo osseo, che in molti casi rappresenta l’unica speranza di vita Ogni anno in Italia ci sono milioni di persone che ha bisogno di questo tipo di trapianto, purtroppo però solo in un terzo dei casi il donatore compatibile è un membro della famiglia, invece tra i non consanguinei è 1 su 100.

Chi può diventare donatore di midollo osseo?
Qualunque individuo di età compresa tra i 19 e i 45 anni può diventare donatore, purché non sia affetto da malattie del sangue o altre forme infettive.

Cosa succede se viene trovato un donatore compatibile?
Il prelievo del midollo avviene in anestesia generale.
Durante l’anestesia viene prelevato dal bacino la quantità di midollo necessaria.
Dopo il prelievo il donatore resta in ospedale 12-24 ore. A casa dovrà rimanere a riposo per 4-5 giorni.
Al termine del prelievo di midollo osseo, viene trasfusa un’unità di sangue precedentemente prelevata al donatore stesso.
Il midollo osseo prelevato si riproduce rapidamente ed entro una settimana è completamente ricostituito.

Torna alla HOME