Come giudicare una dieta? Occhio ai 7 gruppi.

Giudicare se una dieta è squilibrata non è facile, ma esiste una regola apparentemente banale, che Emanuele Djalma Vitali chiama la “prova del sette”. Esistono cioè sette gruppi di alimenti che si integrano a vicenda e che devono essere presenti ogni giorno nella nostra alimentazione, con almeno un componente: in questo modo saremo sicuri di aver pagato tutti i debiti nutrizionali nei confronti del nostro organismo.

  • Il primo gruppo è quello che comprende le carni, le uova e il pesce (proteine pregiate, ferro, vitamine del complesso B e iodio nel pesce, da mangiare almeno una volta a settimana).
  • Il secondo è quello del latte, latticini e formaggi (proteine e calcio).
  • Il terzo è quello dei cereali e derivati (soprattutto amidi).
  • Il quarto gruppo è formato dai legumi (proteine, ferro, complesso B, amidi).
  • Il quinto è il gruppo dei grassi da condimento, vegetali e animali, da usare con parsimonia ma non da abolire.
  • Il sesto e il settimo gruppo sono formati dai vegetali ricchi di vitamina A (carote, spinaci, broccoletti, albicocche, melone estivo) e dai vegetali ricchi di vitamina C (agrumi, fragole, radicchio verde,peperoni).

Pur se grossolana, questa è la prima norma da seguire quotidianamente, e insegna anche un’altra cosa: nelle diete è importante variare. Infine, cerchiamo di usare alimenti il più possibile naturali, eliminando bustine o barattoli.

Torna alla pagina DIETOLOGIA o alla Home Page.


AGGIORNAMENTI CORONAVIRUS

L'attività medica specialistica RIPRENDE dal 4 Maggio, conviene prenotarsi il prima possibile perché per garantire l'adeguata sicurezza dei nostri pazienti e dei nostri medici e della popolazione, l'ingressi saranno limitati. L'attività infermieristica a domicilio CONTINUA regolarmente eccetto per i le analisi in esenzione non urgenti. La psicoterapia prosegue invece tramite incontri online.