Sani e belli con l’agopuntura.

E’ interessante sapere che in Cina e soprattutto negli USA, vanno alla grande i corsi di agopuntura estetica con protocolli di lavoro in questo campo sempre più sofisticati, per far fronte all’ aumento delle richieste di trattamenti estetici afarmacologici come nuova frontiera della medicina estetica.

L’agopuntura viene usata con grande efficacia nel trattamento delle rughe: con l’utilizzo di aghi sottilissimi, si solleva meccanicamente il letto della ruga ottenendo così in loco un’ attivazione trofica del tessuto cutaneo per mediazione chimica. Molto valido anche il trattamento della cellulite e dell’accumulo di adipe localizzato, dove con l’azione degli aghi si ottiene una maggior circolazione vascolare ed energetica locale.

Non deve stupire questo interesse in campo estetico; di fatto non esistono pillole per le rughe, non esistono pillole per la cellulite. Non esistono pillole per non avere peli superflui (sono sicura che se esistessero, la depilazione sarebbe in disuso).

Ma perchè mai si dovrebbero spendere denaro e tempo prezioso per trattare un dolore che passa con un Aulin?

Perchè voler modificare un reflusso gastroesofageo quando basta prendere un Geffer o risolvere un colon irritabile quando basta ingoiare un Imodium o un Buscopan al bisogno? Perchè preoccuparsi di una gastrite quando basta prendere un Ranidil alla sera o trattare l’irregolarità mestruale e la dismenorrea quando c’è la pillola anticoncezionale?

Questo vuole essere un modo provocatorio per suscitare una domanda: è possibile che la maggior parte delle persone sia disposta a prendere a vita alcuni farmaci senza farsi nessuna domanda o senza cercare alternative che possano risolvere il problema alla radice?

Il trattamento del dolore è in assoluto la problematica per la quale molti medici generici consigliano l’agopuntura, soprattutto quando, con i farmaci antidolorifici o antinfiammatori, non ottengono un risultato sufficiente, a differenza di quanto avviene nelle patologie o disfuzioni viscerali, in cui la terapia farmacologica è spesso sufficiente a controllare il disturbo, ma di certo non a risolverne la causa.

L’agopuntura agisce ad esempio magnificamente su tutte le problematiche tipicamente femminili, quali l’irregolarità mestruale, la dismenorrea, l’infertilità e controlla tutti i disturbi più comuni del climaterio in modo meraviglioso, soprattutto se associata alla fitoterapia, il tutto senza assumere ormoni, oltre ad essere di notevole sollievo in tutte quelle patologie fisiche fortemente stimolate da situazioni stressogene, come i disturbi del sonno, il colon irritabile, le gastriti e le tensioni muscolari.

Tutti questi disturbi, sono come dire il terreno principale di applicazione dell’agopuntura, specialmente se associata a consigli su come gestire meglio lo stress attraverso tecniche di rilassamento. In questi casi, il risultato non solo è brillante, ma anche duraturo, oltre a scongiurare qualunque dipendenza.

Certo, non nego che l’assunzione di una pillola sia la cosa più facile e comoda: è un atto questo che segue la via di minor resistenza. Ma come tutti sanno, le cose troppo facili spesso danno risultati effimeri e inconsistenti.

Solo uno sforzo ben direzionato produce un cambiamento permanente, e credo che la salute e non solo la bellezza, siano obiettivi per i quali possa davvero valere la pena di impegnarsi con serietà.

Torna alla pagina Agopuntura